MANCANO

Alla SSS1 del Rally Italia Sardegna 2017

Introduzione

Con la pubblicazione della Rally Guide 1 si apre ufficialmente il percorso di avvicinamento al Rally Italia Sardegna 2017. Una gara che, accolta con un iniziale scetticismo, nel tempo è riuscita a trovarsi uno spazio solido all’interno del calendario del Campionato del Mondo Rally e che ora è considerata tra le migliori a livello mondiale. Un successo questo, che non ci ha certamente colto di sorpresa, ma che era stato preventivato fin dall’inizio, anche perché fin dall’inizio conoscevamo le potenzialità della Sardegna, l’unicità delle sue strade sterrate e soprattutto perché sapevamo di potere contare su una macchina organizzativa unica fatta dagli uomini e dalle donne di ACI Sport. Gente di grande esperienza e di grande professionalità che, in tutti i ruoli svolti, garantisce assoluta qualità.

Ho voluto iniziare il mio consueto saluto con un piccolo bilancio, ma soprattutto con un omaggio a chi sta lavorando e lavorerà duramente per fare che questa edizione del rally vada in porto. Il mio saluto ed il mio ringraziamento, vanno in primo luogo alla Regione Sardegna, al suo Presidente, a tutto il suo governo.

Negli anni l’appoggio fondamentale della Regione ha permesso alla gara di potersi espandere e di avere la forza di cercare soluzioni sempre diverse, correggendo nel frattempo quelle che potevano dimostrarsi della criticità, fatti questi che hanno decretato la crescita prepotente dell’evento. Anche quest’anno ci saranno importanti novità, anche quest’anno, i costruttori,i team, i piloti, gli addetti ai lavori, le decine di migliaia di sportivi che, da tutto il mondo, verranno, avranno modo di vivere un evento emozionante, unico.

Dando appuntamento a tutti a Giugno, vorrei chiudere questo mio saluto, ringraziando il Presidente della FIA Jean Todt, e tutte le donne e gli uomini della FIA. Il loro appoggio, le loro notazioni, la loro collaborazione, sono stati e saranno sempre elemento fondamentale del successo del Rally Italia Sardegna.

Angelo Sticchi Damiani
Presidente Automobile Club d’Italia

Albo d’Oro

2016 Sardegna Neuville – Gilsoul BEL Hyundai new generation i20 WRC
2015 Sardegna Ogier – Ingrassia FRA Volkswagen Polo R WRC
2014 Sardegna Ogier – Ingrassia FRA Volkswagen Polo R WRC
2013 Sardegna Ogier – Ingrassia FRA Volkswagen Polo R WRC
2012 Sardegna Hirvonen – Lehtinen FIN Citroën DS3 WRC
2011 Sardegna Loeb – Elena FRA – MCO Citroën DS3 WRC
2010 Sardegna Hanninen – Markkula FIN Skoda Fabia S2000
2009 Sardegna Latvala – Anttila FIN Ford Focus WRC 2009
2008 Sardegna Loeb – Elena FRA – MCO Citroën C4 WRC
2007 Sardegna Grönholm – Rautiainen FIN Ford Focus WRC
2006 Sardegna Loeb – Elena FRA – MCO Citroën Xsara WRC
2005 Sardegna Loeb – Elena FRA – MCO Citroën Xsara WRC
2004 Sardegna P. Solberg – Mills NOR – GBR Subaru Impreza WRC
2003 Sanremo Loeb – Elena FRA – MCO Citroën Xsara WRC
2002 Sanremo G. Panizzi – H. Panizzi FRA Peugeot 206 WRC
2001 Sanremo G. Panizzi – H. Panizzi FRA Peugeot 206 WRC
2000 Sanremo G. Panizzi – H. Panizzi FRA Peugeot 206 WRC
1999 Sanremo Makinen – Mannisenmaki FIN Mitsubishi Lancer Evo VI
1998 Sanremo Makinen – Mannisenmaki FIN Mitsubishi Lancer Evo V
1997 Sanremo C. McRae – Grist GBR Subaru Impreza 555 WRC
1996 Sanremo C. McRae – Ringer GBR Subaru Impreza 555
1995 Sanremo Liatti – Alessandrini ITA Subaru Impreza
1994 Sanremo Auriol – Occelli FRA Toyota Celica Turbo 4WD
1993 Sanremo Cunico – Evangelisti ITA Ford Escort Cosworth
1992 Sanremo Aghini – Farnocchia ITA Lancia Delta HF Integrale
1991 Sanremo Auriol – Occelli FRA Lancia Delta Integrale 16v
1990 Sanremo Auriol – Occelli FRA Lancia Delta Integrale 16v
1989 Sanremo Biasion – Siviero ITA Lancia Delta HF 16v
1988 Sanremo Biasion – Siviero ITA Lancia Delta Integrale
1971 Sanremo-Sestriere Andersson – Nasch SWE Alpine Renault A 110 1600S
1970 Sanremo-Sestriere Therrier – Callewaert FRA Alpine Renault A 110 1600S

Presentazione dell’evento

Il Rally Italia Sardegna si disputa sull’Isola dei Quattro Mori per la quattordicesima volta consecutiva. In programma nella settimana 5 – 11 giugno, il Round italiano del Campionato del Mondo Rally della FIA conferma Alghero quale sede del Parco Assistenza e del Quartier generale e ritorna a Olbia. Nella città gallurese, sede delle prime edizioni della manifestazione, saranno ospitati il parco chiuso notturno dopo la tradizionale superspeciale di Ittiri e la partenza del Rally il venerdì mattina.

Il Parco assistenza 2017 sarà sempre ubicato fra le banchine del porto turistico, le “ramblas” della passeggiata Bousquets e il piazzale della Pace, mentre la sede direzionale della manifestazione resterà a Lu Qualté, edificio storico del centro algherese sottoposto a radicale restauro e inaugurato nel 2015. Calata Sassari e i suoi Bastioni ospiteranno, invece, il Parco chiuso notturno di ciascuna giornata e il Podio, che sarà sede della cerimonia di partenza e dell’arrivo, seguito dalla premiazione olimpica nonchè di spettacoli e iniziative collaterali all’evento sportivo.

Dal punto di vista sportivo, il Rally Italia Sardegna 2017 avrà 19 prove speciali per oltre 320 chilometri cronometrati su un totale di quasi 1.500 chilometri di lunghezza. La manifestazione comincerà lunedì 5 giugno con l’apertura della segreteria sportiva, mentre le ricognizioni del percorso si svolgeranno martedì 6 e mercoledì 7 giugno. I primi appuntamenti competitivi saranno lo shakedown e la SSS1 Ittiri Arena Show, rispettivamente in programma nella mattinata e nel pomeriggio di giovedì 8 giugno dopodichè i concorrenti si sposteranno a Olbia. Dopo tre giornate di gara, il Rally Italia Sardegna si concluderà con la tradizionale festa sul Podio di arrivo, domenica 11 giugno alle ore 13:50, preceduta dalla consolidata Power Stage Sassari-Argentiera in programma alle ore 12:18. La Power Stage, ma anche la Coiluna-Loelle di sabato 10 giugno alle ore 15:08, sarà trasmessa in diretta televisiva da Fox Tv e da SportItalia.