Fabio Andolfi e Manuel Fenoli sono pronti per il via nel WRC 2 con il n.40 sulle portiere

06/06/2017 – Per la terza edizione consecutiva ACI Team Italia sarà al via del Rally Italia Sardegna, manifestazione organizzata dall’Automobil Club d’Italia in partnership con la Regione Sardegna. Stavolta però l’equipaggio composto da Fabio Andolfi e Manuel Fenoli sarà al via nel mondiale WRC 2 al volante di una Hyundai i20 R5 della Romeo Ferraris.

E’ questo il secondo appuntamento stagionale nel campionato satellite del mondiale rally per il 24enne giovane pilota italiano, che due settimane fa in Portogallo aveva fatto segnare qualche tempo interessante ma poi aveva patito diversi problemi meccanici che ne avevano condizionato la prestazione. Il resto del programma di Andolfi prevede altri cinque appuntamenti iridati che saranno la Polonia a fine giugno, la Finlandia a fine luglio, la Germania a metà agosto, la Catalogna ad inizio ottobre ed il Galles a fine ottobre.

L’edizione n.14 del Rally Italia Sardegna prevede un totale di 312 km cronometrati suddivisi in tre tappe e 19 prove speciali, che rispecchiano lo schema già collaudato negli ultimi tre anni, con la base della gara confermata ad Alghero. Il parco assistenza è stato allestito anche stavolta nella cittadina “catalana” tra le banchine del porto turistico, le “ramblas” ed il Piazzale della Pace, mentre sala stampa, direzione di gara e quartier generale della manifestazione sono ospitati anche stavolta nella prestigiosa location di Lu Qualté. La novità assoluta di questa edizione è la sosta ad Olbia prevista nella serata di giovedì 8 giugno, quando i piloti dopo aver percorso la super speciale di Ittiri Arena, dalle ore 20.30 inizieranno ad arrivare al molo Brin, dove verrà allestito il parco chiuso. La prima tappa continuerà così la mattina di venerdì 9 giugno da Olbia con un percorso che prevede otto speciali (4 prove ripetute due volte), con il ritorno di crono storici come quelli di Terranova e Monte Olia, e la conferma delle speciali di Tula e Tergu-Osilo. La tappa di sabato vede in programma le abituali speciali di Coiluna-Loelle, Monti di Alà e della classicissima di Monte Lerno. Infine domenica 11 giugno alle ore 12 il gran finale con il “remake” della power stage dell’Argentiera, che andrà in onda in diretta televisiva.

Fabio Andolfi:
“Sono davvero contento di essere al via del Rally Italia Sardegna e sono molto motivato, perché correre davanti ai tifosi italiani per me è un’emozione davvero unica. Le prove in Sardegna sono bellissime, mi piacciono tanto, e correrci per la prima volta al volante di una R5 sarà molto stimolante. Abbiamo già provato le modifiche da apportare alla nostra Hyundai i20 R5, durante la gara vedremo come andranno le cose, anche se sappiamo già che in primis dobbiamo pensare soprattutto a fare ancora esperienza”.

Claudio Bortoletto:
“Dopo un Rally del Portogallo che per noi non è stato del tutto soddisfacente speriamo di cogliere in Sardegna i frutti del lavoro da noi fatti dopo aver collaudato nei test diverse cose nuove sulla i20 R5 della Romeo Ferraris. Ho visto Fabio in palla, è la gara di casa e sia lui che tutti noi ci teniamo tanto a fare bene davanti ai nostri tifosi. Terminare la gara è il nostro primo obbiettivo, poi strada facendo vedremo”.