Fabio Andolfi e Manuel Fenoli sono quinti nel WRC 2 dopo la prima speciale. ACI Team Italia ha iniziato la sua avventura in questa 14a edizione del Rally Italia Sardegna,manifestazione organizzata dall’Automobil Club d’Italia in partnership con la Regione Sardegna. Questa mattina l’equipaggio composto da Fabio Andolfi e Manuel Fenoli, iscritti nel mondiale WRC 2 al volante di una Hyundai i20 R5 della Romeo Ferraris, hanno fatto segnare il 19° scratch nello shakedown di 4 km disputati ad Olmedo, finendo al 5° posto tra gli iscritti al Wrc 2 . Poi nella prima super speciale della gara, la “Ittiri Arena Show” lunga 2 km, l’equipaggio tricolore ha fatto segnare l’interessante tempo di 2’11”2, anche qui il quarto tra gli iscritti al Wrc 2alle spalle di Veiby, Kopecky e Loubet.

“Partire per primi non ci ha aiutati perché abbiamo pulito il percorso – ha commentato il 24enne pilota ligure -.
Resta il fatto che la prova comunque si è rivelata molto spettacolare , c’era tanto pubblico e ci siamo divertiti. Ora vediamo di fare la nostra figura in gara, la vettura è decisamente migliorata. Ci sarà da stare davvero all’occhio tenendo un ritmo regolare”. Positivo anche il giudizio di Claudio Bortoletto. “Ho visto Fabio in palla e determinato. E’ la gara di casa e sia lui che tutti noi ci teniamo tanto a ben figurare davanti ai nostri tifosi. Terminare la gara è il nostro primo obbiettivo, poi strada facendo vedremo di definire i nostri obbiettivi. Dopo un Rally del Portogallo che per noi non è stato del tutto soddisfacente ci teniamo ora a cogliere i frutti del lavoro da noi fatto recentemente, dopo aver collaudato nei test diverse cose nuove sulla i20 R5 della Romeo Ferraris”.

LA GARA. L’edizione 2017 del Rally Italia Sardegna prevede un totale di 312 km cronometrati suddivisi in tre tappe e 19 prove speciali, che rispecchiano lo schema già collaudato negli ultimi tre anni, con la base della gara confermata ad Alghero. Il parco assistenza è stato allestito anche stavolta nella cittadina “catalana” tra le banchine del porto turistico, le “ramblas” ed il Piazzale della Pace. La novità assoluta di questa edizione è la sosta ad Olbia prevista nella serata di stasera, quando i piloti dalle ore 20.30 inizieranno ad arrivare al molo Brin, dove verrà allestito il parco chiuso. La prima tappa continuerà così domani mattina da Olbia con un percorso che prevede otto speciali (4 prove ripetute due volte), con il ritorno di crono storici come quelli di Terranova e Monte Olia, e la conferma delle
speciali di Tula e Tergu-Osilo.

La Sardegna è il secondo appuntamento stagionale nel Wrc 2 per Fabio Andolfi, il resto del suo programma di Andolfi prevede altri cinque appuntamenti iridati, vale a dire la Polonia a fine giugno, la Finlandia a fine luglio, la Germania a metà agosto, la Catalogna ad inizio ottobre ed il Galles a fine ottobre.