Il Rally Italia Sardegna si fa più “green” ad ogni edizione. Per il 2019 infatti sono diverse gli eventi collaterali alla tappa italiana del WRC studiati in ottica di impatto ambientale. Tra queste spicca l’iniziativa nata dalla sinergia tra ACI Sport e la Smart EQ Fortwo E-Cup che offrirà la possibilità a stampa ed ospiti di provare le vetture full electric, in assetto da cross, nella splendida cornice del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. I partecipanti percorreranno circa 3 chilometri di hot lap al volante delle Smart EQ. Naturalmente su fondo sterrato.

Per l’occasione verranno messe a disposizione 4 vetture da competizione, 100% elettriche e ad impatto zero, alimentate esclusivamente attraverso il collegamento con prese di corrente, quindi senza la necessità di generatori.

Collegato all’iniziativa anche un comodo quanto singolare servizio Bus Navetta, sempre in tema “green”, a bordo delle elettriche Panda 4×4 Vintage e una seconda vettura a sorpresa, ma di grande effetto.

Il Rally Italia Sardegna è inserito nella campagna “green” della FIA, un progetto che spinge gli organizzatori a trovare il miglior equilibrio possibile tra auto e natura, senza impattare in modo deleterio sul mondo circostante. Proprio in quest’ottica, le vetture della smart e-cup saranno ospiti del Parco Naturale di Porto Conte, una zona off limits a qualsiasi tipo di veicolo ma che per l’occasione vedrà le city car 100% elettriche esibirsi nelle strade all’interno dell’area verde.

“Con la titolazione green data dalla FIA al rally di Sardegna noi di ACI Sport ci tenevamo a dimostrare concretamente il nostro impegno e apporto alla causa del motorsport eco-sostenibile. Con il Campionato Italiano smart e-cup abbiamo già dimostrato la solidità del nostro impegno e portare qui, in un contesto di un parco naturale delle vetture da competizione senza impattare sul territorio, è la dimostrazione che stiamo intraprendendo la strada giusta.” ha commentato soddisfatto l’avvocato Raffaele Pelillo, responsabile ACI Sport per le Energie Alternative. “Mostreremo ad un’ampia platea il potenziale di questa tecnologia, la stessa che fino ad oggi ha regalato spettacolo in pista con una visibilità delle gare da record.” 

Una vettura è già in esposizione nella zona portuale di Alghero, nel parco assistenza del rally, presso lo stand ACI.